Come correre con l'alluce valgo non ha fermato la sua prima maratona November 14 2017

Jeffing Jersey è la storia di Emily Coltman - la storia di come una contabile britannica sulla trentina in sovrappeso ha scoperto la stanchezza e l'euforia della corsa con l'alluce valgo, ha trovato un modo per lasciarsi correre e camminare e ha completato con successo la sua prima maratona.

Un numero poco lusinghiero apparso sulla bilancia dopo il Natale 2014 mi ha convinto che avevo bisogno di più esercizio aerobico. Già un appassionato camminatore, ho deciso di migliorare un po 'il gioco e provare a correre.

"Usa un'app per misurare e aumentare il tempo di corsa ogni volta che esci, ce ne sono molti là fuori", ha detto la mia collega Michelle, portandomi nella nostra filiale locale di Run 4 It per essere adeguatamente equipaggiata con le scarpe da ginnastica.

Non credo che una delle panchine nei Princes Street Gardens, Edimburgo, si sia mai ripresa dopo che sono crollato su di essa a metà della mia prima corsa, ansimando come un ippopotamo con un'ernia.

Tutto ciò che mi ha convinto a tornare per un'altra corsa è stato il pensiero di cosa avrebbe detto mio marito se avessi speso più di £ 100 in un kit da corsa e lo avessi usato solo una volta.

Lento come quell'ippopotamo che guada una vasca di melassa, mi sono fatto strada attraverso l'app. 10 minuti di corsa ininterrotta sembravano un obiettivo del tutto irraggiungibile. E per quanto riguarda 35 minuti ... assolutamente no.

Avere un obiettivo a cui mirare è un modo brillante per andare avanti e non fermarsi. Mi sono iscritto alla Cancer Research 5k Race for Life a maggio, cinque mesi dopo, e ho continuato ad allenarmi con i polmoni ansimanti, i quadricipiti e le ginocchia brucianti che urlavano "Ahi!".

Ho fatto i 10 minuti. Ho fatto il 35. E ho fatto il giro della Race for Life in un abbraccio caldo, ansimante e felice con mio marito.

Prima di quella gara non avevo mai programmato di andare oltre i 5 km. Ma fermarsi ora sembrava un po 'banale.

"Un giorno correrai una maratona, M", predisse Michelle.

"Oh no, non lo farò!" Ribattei. "Non farò mai una maratona!"

"Se puoi fare 5k puoi fare 10k", ha detto il mio collega Michael.

"OK ... proverò per 10k."

Il sole estivo si è rivelato sgradevolmente caldo anche a Edimburgo mentre correvo a fatica per 40 minuti, 45, 50 ... Infine, prima di colazione una calda mattina di giugno, ho corso per un'ora senza sosta per la prima volta. "Non potevo correre 6 minuti 6 mesi fa e ora corro 10 volte tanto!" Ho pensato con gioia mentre barcollavo verso casa per il succo di mela freddo!

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano e ho scelto inconsapevolmente una gara più dura del solito per la mia prima 10k, a Kielder, Northumberland. Cosa lo ha reso difficile? Hills! La Kielder 10k ha una famigerata lunga salita ripida nel secondo chilometro e poi diverse ondulazioni da 8k fino alla fine. Tutto quello che volevo fare era finire quella gara senza camminare - e non senza molta spinta mentale, ho centrato l'obiettivo.

"La prossima mezza maratona?" ha chiesto il mio amico Aidan.

"Non ancora!"

Qualche altra decina di chilometri dopo, compreso un secondo Kielder e un caldissimo Women’s Running 10k a Glasgow, gradualmente mi sono reso conto di essere pronto per la prossima sfida e mi sono iscritto alla Bath Half Marathon.

Tornando all'app di allenamento, non c'erano ripetizioni in salita programmate, il che è stato una sorpresa. Ho seguito religiosamente l'app di formazione e mi sono sbloccato a Bath. Anche se le colline su quel percorso sono molto dolci, la giornata era calda e mi stavo allenando su una ferrovia superpiatta. Un mal di testa vertiginoso al miglio 8 mi ha rallentato a una passeggiata ansimante. Ho corso a piedi il resto del corso e mi sono divertito molto di più ... e mi sono chiesto se stavo facendo qualcosa ...

Geordieland ha invitato sei mesi dopo per l'incredibile, mozzafiato, adrenalina, brillante festa di strada che è la Great North Run. Mentre allattavo una tosse carnosa in piena espansione, ma super riluttante a tirare fuori del tutto, mi ricordai la scrittura di Jeff Galloway, ex olimpionico e re della marcia e della corsa, e ho deciso di fare delle pause dall'inizio della corsa. Correvo per 4 minuti e camminavo per 1. E mi sono divertito tantissimo. Non spingermi a correre senza sosta significava che potevo godermi la fantastica varietà di costumi (da un'infermiera gigante a Crudelia de Mon con 101 dalmata giocattolo allacciati al suo cappotto), raccogliere il cinque dal starter David Rudisha e guardare le dita appiccicose bambini ... Potrebbe essere la mia metà più lenta, ma è stata un'esperienza meravigliosa.

E dopo essermi divertito così tanto, ho finalmente deciso di mordere il proiettile, mangiare l'elefante e andare per The Big One - partecipare a una maratona.

Pensavo che avrei fatto solo una maratona, quindi volevo renderla un po 'speciale. Ho optato per la bellissima isola di Jersey, la cui maratona annuale è all'inizio di ottobre. La brezza marina dovrebbe aiutare a mantenere bassa la temperatura.

Una corsa di allenamento di 14 miglia su un sentiero ondulato nella contea di Durham, in una calda giornata primaverile, si è rivelata più un calvario di quanto volessi. Non mi è davvero piaciuto. "Dovrebbe essere un hobby, dovrebbe essere divertente."

Perché non correre di nuovo a piedi come consigliato da Jeff Galloway? Ha funzionato per la Great North Run ...

Ha dimostrato di funzionare di nuovo mentre mi avvicinavo a corse sempre più lunghe, usando separatori di punta per fermare l'alluce valgo in arrivo, completando due 20 milers in vista dell'evento principale ...

E, con mia grande gioia, ha funzionato il giorno della maratona.

Non ho mai sbattuto contro il muro, dovevo solo fare due pause per la camminata più lunghe delle mie normali (una per una collina, l'altra per lieve nausea al miglio 17), e nonostante la pura agonia nei miei fianchi e nelle mie cosce negli ultimi chilometri, Ho tagliato il traguardo a St Helier balbettando per la gioia assoluta: "Ho fatto una maratona! Ho fatto una maratona! "

Michelle ha vinto la sua scommessa!

E avendo scoperto che la corsa a piedi funziona davvero per me, Jersey non sarà la mia unica maratona! L'anno prossimo percorrerò le strade di Londra il 22 aprile per raccogliere fondi St John Ambulance - e se compri Jeffing Jersey sosterrai questa straordinaria organizzazione benefica e contribuirai a salvare vite umane!

Buy Toe Separators